Trandato (Trandate) ( Labétalolo )
Trandato (Trandate)
La pressione sanguigna è la forza del sangue contro le pareti delle arterie. Trattare l’ipertensione è fondamentale perché un’ipertensione incontrollata può portare a gravi problemi di salute come malattie cardiache
Seleziona Il Dosaggio
Seleziona Il Pacchetto
Prodotto Prezzo Per pillola ordine
Trandato 50 mg x 30 pillole 40,44 € 1,35 € Acquista ora
Trandato 50 mg x 60 pillole 79,05 € 1,31 € Acquista ora
Trandato 50 mg x 90 pillole 117,66 € 1,31 € Acquista ora
Trandato 50 mg x 120 pillole 155,35 € 1,30€ Acquista ora
Trandato 50 mg x 180 pillole € 229,82 1,28€ Acquista ora
Trandato 100 mg x 30 pillole 116,74 € € 3,89 Acquista ora
Trandato 100 mg x 60 pillole 212,35€ 3,54€ Acquista ora
Trandato 100 mg x 90 pillole € 289,57 3,22 € Acquista ora
Trandato 100 mg x 120 pillole 351,16 € € 2,92 Acquista ora
Trandato 100 mg x 180 pillole 478,03 € € 2,66 Acquista ora
Trandato 200 mg x 30 pillole 212,35€ 7,08 € Acquista ora
Trandato 200 mg x 60 pillole € 386,10 6,44 € Acquista ora
Trandato 200 mg x 90 pillole € 525,83 5,84 € Acquista ora
Trandato 200 mg x 120 pillole € 637,98 5,31€ Acquista ora
Trandato 200 mg x 180 pillole 293,25 € 1,63 € Acquista ora
Trandate: una guida completa al dosaggio e all'uso del labetalolo nel controllo della pressione sanguigna

Contenuti



introduzione

La pressione sanguigna è la forza del sangue contro le pareti delle arterie. Trattare l’ipertensione è fondamentale perché un’ipertensione incontrollata può portare a gravi problemi di salute come malattie cardiache e ictus.

Caratteristiche di Trandate

Trandate contiene il principio attivo labetalolo ed è disponibile in forme di dosaggio da 50 mg, 100 mg e 200 mg. La sua formula chimica è C8H9NO2 e ha un peso molecolare di 165,17 g/mol.

Istruzioni per l'uso e la somministrazione

Le dosi raccomandate e la frequenza di somministrazione di Trandate, nonché la via di somministrazione (orale o endovenosa), sono essenziali per il suo utilizzo efficace. Dovrebbero essere prese in considerazione istruzioni speciali, precauzioni, avvertenze e interazioni farmacologiche.

Proprietà farmacologiche di Trandate

Trandate appartiene al gruppo farmacologico dei beta-bloccanti e agisce bloccando selettivo l'alfa-1. La sua insorgenza e durata d’azione, nonché i suoi effetti sulla funzione cardiaca, sul flusso sanguigno e sulla pressione sanguigna, sono importanti per comprenderne l’efficacia nel trattamento dell’ipertensione.

Note sull'utilizzo di Trandate

Trandate è indicato nel trattamento dell'ipertensione primaria o secondaria, dell'emergenza ipertensiva, dell'insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta e dell'emicrania associata ad aura e fotofobia.

Controindicazioni all'uso di Trandate

Le persone con asma o malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO), bradicardia o ipotensione, così come coloro che utilizzano contemporaneamente altri beta-bloccanti o alfa-1 bloccanti non devono usare Trandate. È controindicato anche durante la gravidanza, l'allattamento e durante l'infanzia.

Precauzioni e avvertenze per l'utilizzo di Trandate

Gli effetti collaterali di Trandate includono bradicardia, ipotensione, vertigini, affaticamento, nausea, vomito, diarrea, dolore addominale, costipazione, secchezza delle fauci, mal di testa, visione offuscata, tinnito e mancanza di respiro. Le reazioni avverse quali reazioni allergiche, aritmie cardiache, attacchi d'asma, broncospasmo, ischemia miocardica e insufficienza cardiaca devono essere monitorate. Inoltre, dovrebbero essere prese in considerazione le interazioni farmacologiche e gli aggiustamenti del dosaggio.

Elenco di domande e risposte

D: Qual è il principio attivo di Trandate?
R: Il principio attivo di Trandate è il labetalolo.
D: Quali forme di dosaggio sono disponibili per Trandate?
R: Trandate è disponibile nelle forme di dosaggio da 50 mg, 100 mg e 200 mg.
D: Quali sono le principali indicazioni all'uso di Trandate?
R: Trandate è indicato per il trattamento dell'ipertensione primaria o secondaria, dell'emergenza ipertensiva, dello scompenso cardiaco con frazione di eiezione ridotta e dell'emicrania associata ad aura e fotofobia.
D: Quali sono le controindicazioni all'utilizzo di Trandate?
R: Trandate è controindicato nelle persone con asma o BPCO, bradicardia o ipotensione, nelle persone che usano contemporaneamente altri beta-bloccanti o alfa-1 bloccanti, così come durante la gravidanza, l'allattamento al seno o la prima infanzia.
D: Quali sono gli effetti collaterali più comuni di Trandate?
R: Gli effetti collaterali comuni di Trandate includono bradicardia, ipotensione, vertigini, affaticamento, nausea, vomito, diarrea, dolore addominale, costipazione, secchezza delle fauci, mal di testa, visione offuscata, tinnito e mancanza di respiro.